Fondamentalmente siamo degli sfigati. Viviamo dei nostri miseri successi, di libri pubblicati con case editrici che non saranno mai in vetrina, di creazioni artistiche che non sono altro che copia della copia di qualche idea passata. Ci abbandoniamo alle sicurezze dei social network, di qualche “like” che gli amici ci regalano, dei contatti fatti in qualche incontro notturno al bar sotto casa mentre blateravamo concetti esistenziali che nessuno ascoltava. Ci diamo un tono perché pensiamo di avere uno stile, facciamo cose e vediamo gente. Ma per essere qualcuno ci vuole ben altro. Fossimo nati agli inizi degli anni Sessanta, magari a New York, forse (ma dico forse) saremmo diventati come Andy Warhol e John Giorno. Già, perché loro hanno avuto la fortuna di vivere quegli anni lì: momenti in cui bastava un poco di genialità per passare dall’essere un grafico ad un guru della pop art o da ubriacone spiantato ad essere considerato un poeta beat. E “Giovani, artisti e disoccupati” di Cyrille Martinez (Edizioni Clichy) ce lo racconta con ironia. Con tratti più o meno veritieri, l’autore ci racconta le peripezie, le orge e le follie dei giovanissimi Warhol e Giorno. Vernissage, feste underground, sbronze e droga all’insegna di quel mondo che nei propri cenni biografici non  dimenticavano mai di menzionare “abita e lavora a New York New York”. Perché New York è un luogo ma “New York New York” era uno stato mentale. In quegli anni hanno inventato, disfatto e modificato il senso dell’arte, tutti concentrati in un quartiere talmente snob che hanno finito per credersi degli artisti e ci sono riusciti. Che poi lo siano diventati per genialità o semplicemente perché si son trovati nel posto giusto al momento giusto, beh, questa è proprio il dilemma di queste pagine. Noi possiamo leccarci le ferite, capire se siamo degli sfigati qui e oggi. Ma una cosa è certa: possiamo essere felici di noi stessi anche senza essere a New York New York. Basta ridurre il nostro ego e nutrirci di sana realtà.

.

“Giovani, artisti e disoccupati” di Cyrille Martinez

pubblicato da Edizioni Clichy

euro 14  –  pp. 138

.

da Lungarno

.