Alice ha trent’anni, una laurea in tasca, e passa le giornate alla ricerca di un lavoro che non trova, tra colloqui assurdi e mille trucchi per sopravvivere con pochi euro: “È questo che sono: un giorno aspirante cassiera, un giorno aspirante bancaria, un giorno aspirante infermiera, e sempre e comunque aspirante aria”. Il suo sogno più grande è quello di riuscire, prima o poi, a diventare almeno precaria… Nato come ebook in rete, dove è diventato un vero proprio caso, questo romanzo è il manifesto di migliaia di giovani cui è stata negata la speranza di un futuro degno, con oltre 35mila copie scaricate in poco tempo, articoli su blog e giornali, decine di email inviate all’autore.

Pietro De Viola (1980) è nato in Sicilia. Laureato in Scienze politiche, ha lavorato (mai per più di tre mesi di fila) come insegnante privato, volantinatore, agente immobiliare, operaio generico, cassiere, magazziniere, repartista, venditore telefonico, operatore fiscale. Questo è il suo primo romanzo. Il suo sito è: alicesenzaniente.altervista.org