Diventa imbarazzante, a volte, scrivere di una pubblicazione. Soprattutto quando non si può far altro che descriverlo come “eccezionale”. Il lettore potrebbe non crederlo: l’esaltazione fa sempre pensare ad un’esagerata compiacenza. Ma credetemi, se nella vostra libreria aveste “Stanley Kubrick. Photographer” anche voi lo definireste “un libro da avere a tutti i costi”. Edito dalla Giunti e catalogo di una mostra che oggi è in esposizione a Bruxelles nel Musées Royaux des Beaux-Arts de Belgique, questa raccolta di fotografie dona l’essenza di un regista che ha fatto la storia del cinema. Prima di mettere l’occhio dietro l’oculare della cinepresa, Kubrick cominciò a rappresentare la realtà su carta fotografica. Per cinque anni il cineasta collaborò con la rivista “Look”. Era il 1945 quando la sua prima fotografia venne pubblicata: un chiosco di giornali, un uomo stanco alla vendita, un frammento di disfatta e arrendevolezza sociale. Una foto qualunque potremmo obiettare. Certo, se non fosse stata scattata da Kubrick, sapendo che dietro questo nome esiste sempre leggenda e motivo di esistenza. Un aneddoto ci rivela che il giovane Kubrick pagò il venditore per quella posa poi, anni più tardi, il regista decise di creare un legame con quello scatto inserendo in “Eyes Wide Shut” una ripresa dal soggetto e inquadratura identica. Il mito si fonde con la peculiare visione della realtà, i primi gesti di una regia e la duratura convinzione che la vita vada ripresa nei luoghi più comuni per capire cosa c’è dietro. Stanley Kubrick fotografo lascia assaporare ciò che successivamente riuscirà ad imprimere alla pellicola. Nel catalogo ci sono circa 120 foto di grande formato, alcuni apparati critici e un’ottima e dettagliata biografia finale. Un’opera da collezione per chi stima Kubrick ma anche, più semplicemente, per chi vuole amare la fotografia.

Applauso sonoro e scontato. Questa è una pubblicazione “eccezionale”.
Potrebbero però esserci dei problemi nel reperire il volume. Essendo un catalogo non tutte le librerie lo hanno disponibile. Fatevelo ordinare o andate sul sito della casa editrice e compratelo direttamente online. Il prezzo è un po’ alto ma, a volte, potete concedervi il lusso di esagerare: ne sarete ripagati totalmente.

“Stanley Kubrick. Photographer”
edito da Giunti
pp. 224  -  euro 45